Possibili soluzioni per problemi con le notifiche Android

Tra le richieste di assistenza che riceviamo più di frequente dall’app Android Comuni-Chiamo ci sono quelle riguardanti i problemi con le notifiche. A volte le notifiche non arrivano, altre volte arrivano in ritardo, ogni tanto arrivano anche se l’utente non vuole. I motivi di un eventuale malfunzionamento sono tanti e vari, così come le possibili soluzioni. In questo articolo abbiamo raccolto un po’ di azioni e “trucchetti” che possono aiutarti a gestire in autonomia le notifiche della nostra app.

Noi, però, non ti abbandoniamo mica! Se queste soluzioni non funzionano o hai bisogno di supporto tecnico per l’app di Comuni-Chiamo (o per la nostra piattaforma web), puoi scriverci a supporto@comuni-chiamo.com.

Controllare le impostazioni delle notifiche dell’app Comuni-Chiamo…

La soluzione ai problemi con le notifiche Android potrebbe essere più semplice di quel che sembra: potrebbe dipendere dalle impostazioni dell’app. L’app di Comuni-Chiamo, infatti, chiede se vuoi ricevere notifiche soltanto la primissima volta che la apri. Se, per caso, quella volta hai premuto “no”, le notifiche non arrivano. Insomma, potresti aver cliccato “no” mesi fa e non ricordalo più!

Se non ricevi le notifiche dall’app Android Comuni-Chiamo (o se ricevi notifiche indesiderate), la prima cosa da fare è controllare le impostazioni interne dell’app. Ecco come fare:

  • accedi al tuo profilo tramite l’app;
  • dalla home, clicca sull’icona del menu in alto a sinistra e poi clicca su “Impostazioni”;
  • clicca su “Centro Notifiche”;
  • si aprirà una schermata in cui sono elencate le tipologie di notifiche che puoi decidere di ricevere dall’app (Comunicazioni, Eventi, Notizie dal sito Comunale…). Ogni tipo di notifica ha un pulsantino accanto. Quando il pulsante è colorato, le notifiche sono attive; quando è grigio, sono disattivate;
  • attiva o disattiva le notifiche che desideri o meno ricevere. L’app salverà in automatico le modifiche, quindi non devi farlo tu!

…ed eseguire il test diagnostico

Visto che sei già nella sezione giusta, puoi provare anche a far eseguire all’app il test diagnostico delle notifiche. Ti basterà cliccare sul pulsante “Problemi con le notifiche?” in fondo allo schermo e poi premere su “Avvia il test”. Quando l’app finirà di eseguire i test, apparirà un messaggio che ti chiede se ti è arrivata o meno la notifica di test che l’app ti ha inviato (schermata numero 3). Se clicchi su “Sì, è arrivata!”, vedrai la schermata numero 4. Se non hai ricevuto la notifica di test, clicca “Purtroppo no”. Avrai la possibilità di inviarci un report del problema (ultima schermata qui sotto).

Se le impostazioni sono corrette…

Se le impostazioni delle notifiche nell’app sono corrette ma le notifiche continuano a non funzionare come vorresti, bisognerà percorrere altre strade.

Alcuni problemi con le notifiche possono senza dubbio dipendere da nostri errori tecnici (nessuno è perfetto!). In questi casi, siamo sempre felici di imparare dai nostri errori e di intervenire il prima possibile per sistemare il problema e permetterti un’esperienza d’uso ottimale :).

In altri casi, però, i problemi con le notifiche hanno cause su cui non possiamo intervenire direttamente. Spesso i motivi sono legati al dispositivo (telefono o tablet) in cui l’app è installata, ad esempio impostazioni sbagliate, mancanza di permessi o funzionalità inserite dai produttori di questi dispositivi.

Qualora il problema sia indipendente dall’app di Comuni-Chiamo, ogni utente dovrebbe avere la pazienza di fare alcuni “test” per capire cosa funziona nel suo caso specifico.

Svuotare la cache del telefono

La cache è la memoria temporanea di un qualsiasi dispositivo elettronico, quindi anche di ogni smartphone. Tutte le app producono i cosiddetti file di cache, cioè dati temporanei che si accumulano nella cache per sveltire il funzionamento delle app stesse. Questi dati non occupano molto spazio nella memoria e non sono pericolosi dal punto di vista della privacy: favoriscono semplicemente il lavoro delle applicazioni.

A volte, però, cancellare i file di cache può servire a risolvere i problemi di funzionamento delle app, compresi quelli legati alle notifiche. I passaggi per svuotare la cache Android variano leggermente da un dispositivo all’altro, ma in linea di massima devi seguire questo percorso:

  • vai alla sezione “Impostazioni” del tuo dispositivo e clicca su “App e notifiche” (oppure “Impostazioni” > “Applicazioni” oppure “Impostazioni” > “App” > “Gestisci app”);
  • nella lista di tutte le app, cerca quella di Comuni-Chiamo e cliccaci sopra;
  • clicca su “Storage e cache” o “Spazio di archiviazione”;
  • clicca su “Svuota cache” o “Pulisci cache”.

Nota: il nome di queste impostazioni cambia da dispositivo a dispositivo. Qui abbiamo messo alcune possibile alternative dei telefoni che usiamo quotidianamente, ma se nel tuo caso non le trovi, non temere! Ti basterà cercare delle impostazioni e dei pulsanti con nomi o azioni simili :).

Perché alcuni dispositivi creano spesso problemi di notifiche

Se seguendo i passaggi descritti sopra i problemi persistono, bisogna andare ancora più a fondo. È ora di parlare della varietà dei dispositivi Android e dei problemi di notifiche che possono causare.

I dispositivi che utilizzano Android non sono tutti uguali. Infatti, ogni produttore di smartphone può utilizzare una diversa versione del sistema operativo, sempre basato su Android ma con alcune caratteristiche diverse. Per esempio, la maggior parte dei produttori di smartphone che arrivano dalla Cina inseriscono speciali funzionalità che impongono restrizioni sulle notifiche. Per fare solo un paio di esempi:

  • una modalità di risparmio batteria che cerca di raggruppare le notifiche da app diverse. In questo caso, anziché arrivare una per una in tempo reale, le notifiche arrivano “a blocchi” dopo una certa quantità di tempo;
  • una speciale “whitelist” in cui l’utente può specificare da quali app desidera ricevere sempre le notifiche e da quali no.

In particolare, i produttori di dispositivi OPPO, Xiaomi hanno deciso di inserire una speciale restrizione per evitare che un’app riceva notifiche a meno che non sia:

  • in foreground, cioè aperta e attiva sullo schermo
  • in background, cioè aperta ma non attiva sullo schermo.

Ciò significa che un’app chiusa non riceverà le notifiche perché il sistema le blocca in automatico.

Questo è un problema che chiaramente non dipende da chi sviluppa le app, compresa quella di Comuni-Chiamo. Ci sono però alcuni “trucchetti” con cui si può aggirare il blocco e forzare l’invio delle notifiche da una o più app.

Cosa fare se si hanno problemi di notifiche su OPPO

Per chi usa un dispositivo OPPO, Xiaomi, Redmi e Poco esiste una soluzione capace di far funzionare correttamente le notifiche, almeno secondo la nostra esperienza con utenti che hanno avuto problemi di questo tipo. Nella maggior parte dei casi, il problema segnalato da chi ha un OPPO è la mancata ricezione delle notifiche.

Ecco cosa fare se possiedi un OPPO e hai problemi con le notifiche:

  • vai nella sezione “Impostazioni” del tuo dispositivo;
  • scorri fino a “Gestione app” e cliccaci sopra;
  • clicca su “Elenco app”;
  • a questo punto apparirà l’elenco di tutte le app presenti nel tuo dispositivo. Scorri la lista fino a trovare l’app Comuni-Chiamo e cliccaci sopra;
  • nella pagina di “Informazioni applicazione”, clicca su “Utilizzo batteria”;
  • si aprirà una schermata in cui puoi consentire o meno ad alcune funzionalità. Clicca sul pulsante in corrispondenza di “Consenti attività sullo sfondo”. Quando il pulsante è verde, è fatta!

Di seguito un’immagine che riassume i passaggi da seguire. Nell’immagine l’azione è svolta sull’app di Telegram: nel caso di problemi con le notifiche di Comuni-Chiamo, ovviamente, l’app da selezionare sarà la nostra!

Cosa fare se si hanno problemi di notifiche su Xiaomi, Redmi o Poco

Anche per i dispositivi Xiaomi, Redmi e Poco vale ciò che abbiamo detto per gli OPPO: non potendo agire sul modo in cui il dispositivo è costruito, bisogna cercare strade alternative per “aggirare” i problemi. Anche in questo caso i problemi più comuni sono la mancata ricezione delle notifiche o il loro arrivo non puntuale.

Ecco cosa fare se usi uno Xiaomi, Redmi o Poco e le notifiche ti arrivano in ritardo:

  • vai nella sezione “Impostazioni” del tuo dispositivo;
  • accedi alla sezione “Batteria” o “Batteria e prestazioni”;
  • clicca sull’icona dell’ingranaggio in alto a destra e da lì su “Risparmio energetico app” oppure “Gestione app”;
  • cerca l’app Comuni-Chiamo nella lista e selezionala. Attenzione! Ci sono alcune app che non vengono mostrate fin da subito. Se non trovi l’app Comuni-Chiamo nell’elenco, clicca sul menu in alto a destra e poi su “Tutte le applicazioni”;
  • quando hai selezionato l’app corretta, clicca su “Nessuna restrizione” per ricevere le notifiche puntuali.

Se invece desideri ricevere le notifiche anche a schermo spento:

  • vai nella sezione “Impostazioni”;
  • scorri e accedi alla sezione “Batteria” o “Batteria e prestazioni”;
  • clicca sull’icona dell’ingranaggio in alto a destra;
  • imposta su “Mai” la dicitura “Disattiva i dati mobile quando il dispositivo è bloccato”;
  • a questo punto, clicca su “Risparmio energetico” e disabilita la spunta all’opzione “Non attivare lo schermo per le notifiche”;
  • infine, torna alla pagina di impostazioni generali e clicca su “Notifiche e centro di controllo”;
  • scorri, clicca su “Barra di stato” e abilita la funzione “Mostra icone di notifica”.

Nota: anche in questo caso, dispositivi diversi potrebbero dare nomi leggermente diversi alle stesse impostazioni. Se non le trovi sotto le diciture che abbiamo riportato qui, prova a cercare nel tuo dispositivo impostazioni con nomi e azioni simili :).

Speriamo che questo articolo ti sia utile! Ricordati che per qualsiasi problema tecnico puoi scrivere a supporto@comuni-chiamo.com. 🙂

Leggi anche: