Segnalazione guasti ai Comuni. Dall’illuminazione alle buche, si risolvono con un’app

Segnalazione dei guasti al Comune con un'app

Quando nelle nostre case si verifica un guasto, sappiamo sempre chi chiamare. Cosa facciamo, invece, se il problema che riscontriamo riguarda l’illuminazione pubblica, il verde nei parchi cittadini o la segnaletica stradale? Troppo spesso, niente.

Nella maggior parte dei casi, non si tratta di indifferenza o incuria. Semplicemente, non sappiamo come fare una segnalazione guasti per le superfici pubbliche. A chi dobbiamo inviarla? Dobbiamo allegare fotografie o indicare altri dettagli? Tanti dubbi che nel tran tran quotidiano ci fanno desistere dal prendere l’iniziativa. Perdendo così anche l’occasione di contribuire al miglioramento del territorio nel quale viviamo.

C’è però una soluzione semplice e alla portata di tutti, un’app che segnala lavori o guasti direttamente al Comune. Infatti, con l’app Comuni-Chiamo bastano solo 3 minuti per informare in modo preciso e tempestivo l’ufficio competente.

Come funziona? Scopriamolo insieme, esplorando due dei problemi più tipici delle nostre città: i guasti all’illuminazione pubblica e le buche su strade e marciapiedi.

Segnalazione guasti illuminazione pubblica.
Ecco cosa fare

Per i guasti agli impianti di illuminazione pubblica, i Comuni che non si sono dotati di app per le segnalazione solitamente invitano i cittadini a rivolgersi direttamente ai gestori della rete elettrica, tramite numero verde o email. Sfortunatamente, questo sistema consegna i cittadini ai lenti risponditori automatici dei call-center oppure all’invio di messaggi di posta elettronica che non riceveranno mai risposta.

La segnalazione guasti tramite app, invece, rende tutto più semplice. Per tutti.

Segnalazione guasti illuminazione pubblica ai Comuni

Nella sezione ‘Segnalazioni’ dell’app Comuni-Chiamo, troviamo 14 categorie di problemi tra le quali scegliere. Cliccando su ‘Illuminazione’, le 5 sottocategorie presenti ci aiutano a circoscrivere ulteriormente il problema. Il lampione è spento o danneggiato? Funziona, ma l’illuminazione è comunque scarsa? La luce è accesa in pieno giorno?

Arrivati a questa fase della segnalazione, dobbiamo poi indicare il luogo dove si trova il problema. Se ci troviamo già sul posto del guasto, il GPS del nostro cellulare localizzerà la nostra posizione esatta. Nel caso in cui invece fossimo distanti, possiamo indicare il luogo sulla mappa oppure inserire direttamente l’indirizzo

Attenzione! Su ogni palo della luce è presente un numero identificativo che può facilitare l’intervento di ripristino. Completiamo la nostra segnalazione aggiungendo questa e altre informazioni utili. Pronti? Invio!

Ora che la nostra segnalazione è stata affidata all’ufficio competente, come possiamo informarci sullo stato di avanzamento della richiesta? Sapremo mai se è stata presa in carico e risolta? Sull’app Comuni-Chiamo, basta entrare nella sezione ‘Le mie segnalazioni’ per avere tutti gli aggiornamenti in tempo reale, sempre disponibili.

Segnalazione buche e dissesti. Ripetiamo la procedura

Uno dei principali benefici derivanti dall’utilizzo di un’app che segnala lavori o guasti è proprio la possibilità di avere una procedura univoca per ogni tipo di problema. Utilizzando altri metodi, invece, dobbiamo armarci di pazienza e scoprire qual è il contatto giusto per ogni situazione, probabilmente cambiando interlocutore ogni volta. E rischiando comunque di non trovare quello giusto.

Mettiamo caso che, poco dopo aver segnalato il lampione, notiamo anche una pericolosa buca nel manto stradale. Torniamo sull’app Comuni-Chiamo.
Proprio accanto alla sezione ‘guasti illuminazione pubblica’ troviamo la voce ‘strada’. L’app ci propone anche 18 sottocategorie tra le quali scegliere per aiutarci a definire correttamente il problema. Localizziamo il problema sulla mappa, aggiungiamo le informazioni utili e inviamo.

In pochi minuti (e senza stress) abbiamo segnalato al nostro Comune due problemi che, se lasciati all’incuria, potrebbero rappresentare un serio pericolo per chi vive attorno a noi.

App per segnalazioni. I vantaggi per i Comuni

Dal più piccolo comune italiano al più grande, ognuno ha le proprie complessità. Strade, impianti idrici ed elettrici, segnaletica, rifiuti, verde urbano, infestazioni di insetti e piste ciclabili. I temi all’attenzione delle amministrazione sono numerosi (l’app Comuni-Chiamo ne identifica più di 100), così come sono diverse e intricate le procedure per gestirli. 

A complicare il tutto c’è anche la natura del lavoro degli impiegati comunali, il quale viene svolto perlopiù in ufficio. Di conseguenza, è difficile mantenere il territorio monitorato in maniera costante.

Il nostro vivere comune diventa sempre più articolato e per godere di un ambiente funzionale e ben mantenuto, c’è bisogno dell’attenzione di tutti. La partecipazione dei cittadini può fare la differenza per chi amministra i beni pubblici, specialmente se incanalata in un’attività strutturata e organizzata come la segnalazione dei problemi tramite l’app Comuni-Chiamo.

I vantaggi per i Comuni delle app per segnalazioni

Sono vari i motivi che rendono le app per segnalazioni uno strumento indispensabile per Comuni e cittadini (qui ne abbiamo approfonditi 5), a partire da una gestione più razionale delle risorse. Quando viene inoltrata una segnalazione tramite l’app Comuni-Chiamo, infatti, questa viene automaticamente assegnata all’ufficio preposto. In questo modo, ogni operatore trova sul suo cruscotto solo le segnalazioni di sua competenza, ordinate per grado di priorità. Gli impiegati non hanno più l’incombenza dello smistamento manuale, principale causa di errori e ritardi.


Una regia unica consente una visione completa sugli interventi e permette così di accorpare più operazioni correlate per ogni uscita delle squadre esterne, di pianificare in modo più lungimirante gli investimenti sulle infrastrutture, e di monitorare agevolmente la qualità dei servizi affidati a fornitori esterni.
Utilizzare un’app per segnalazioni può aiutare concretamente a ridurre le spese per la gestione delle aree comunali e dei beni pubblici.

Lo spazio che intercorre tra un problema e la sua risoluzione è composto da innumerevoli tasselli fatti di scambi di informazioni, coordinamento, stanziamento di risorse economiche, lavoro amministrativo, tempo e competenze sia tecniche che pratiche. Uno strumento come le app per segnalazioni ai Comuni sono un alleato indispensabile per una comunicazione diretta, strutturata ed efficace

Per ottenere risultati migliori, gestendo più efficacemente le risorse, in meno tempo.
Con un’app.


Verifica se il tuo Comune è già tra i 108 Comuni che hanno scelto
Comuni-Chiamo. Vuoi fare la tua prima segnalazione al Comune? Scarica l’app per Android o iOS.


La tua città non utilizza ancora la nostra app? Segnala l’app Comuni-Chiamo al tuo Sindaco.