10 Comuni Per 10 Successi: La Top Ten 2016 (Le Anticipazioni 2017)

Iniziamo questo 2017 con qualche interessante statistica sui risultati ottenuti con Comuni-Chiamo da alcuni dei nostri Comuni lo scorso anno.

I Comuni presi in considerazione sono Formigine, Moncalieri, Granarolo dell’Emilia, Rho, Pieve di Cento, Castello d’Argile, Salsomaggiore Terme, Treviso, Faenza e Trieste, realtà amministrative tra loro molto diverse sia in termini di dimensione territoriale sia in termini di organizzazione del lavoro, ma realtà che hanno eccelso ognuna per un aspetto differente nel processo di raccolta e gestione delle segnalazioni (e che più avanti vedremo in dettaglio).

Una prima fotografia generale mostra che in 12 mesi sono arrivate in questi Comuni complessivamente 18.233 segnalazioni, con una media di 50 al giorno, e le categorie di problemi più segnalate sono state, in ordine:

  • strade, con 4.574 segnalazioni
  • segnali stradali, con 2567 segnalazioni
  • rifiuti, con 2456 segnalazioni
Schermata segnalazioni ricevute Comuni-Chiamo
Schermata segnalazioni ricevute per categoria Comuni-Chiamo

Quasi il 40% delle segnalazioni gestite con Comuni-Chiamo sono state fatte dai cittadini direttamente dalle nostre app o dal nostro portale, numero che, tradotto in pratica, significa il 40% in meno di persone che scrivono email, telefonano o fanno file allo sportello, interrompendo il flusso del lavoro degli operatori.

Schermata modalità inserimento segnalazioni ricevute Comuni-Chiamo

Infine, è interessante dare un’occhiata ai tempi di gestione delle segnalazioni.

Lo scorso anno sono state gestite e chiuse l’89% delle segnalazioni arrivate, il 52% di esse è stato chiuso nei primi 4 giorni dall’arrivo mentre ben l’86% nei primi 30 giorni.

Schermata stato segnalazioni ricevute Comuni-Chiamo
Schermata giorni di chiusura segnalazioni ricevute Comuni-Chiamo

Non vogliamo fare gare tra Comuni, ma semplicemente mostrare con qualche cifra che si possono ottenere buoni risultati grazie a persone in gamba che lavorano con gli strumenti giusti e monitorare l’operato per capire i propri punti di forza e di debolezza.

In questo 2017 possiamo fare ancora di più insieme, ma questi dati sono decisamente un ottimo punto di partenza!